Società Semeiotica Biofisica Quantistica - #MetodoMC

Il MetodoMC non si vuole sostituire al medico ma essere di massimo supproto dei vari professionisti.
Non è una cura ma uno stile di vita
Il test di contrazione muscolare per evitare errori
Il MetodoMC non si vuole sostituire al medico ma essere di massimo supproto dei vari professionisti.
Non è una cura ma uno stile di vita
Il test di contrazione muscolare per evitare errori
Vai ai contenuti
La Semeiotica Biofisica Quantistica corrobora e precisa il Metodo Diagnostico MC


La comprensione di quanto segue è agevolata dalla lettura dell’articolo: Sergio Stagnaro. Semeiotica Biofisica, Geobiofisica e Geopatie. www.piazzettamedici.it, 2004, Professione Medica, www.piazzettamedici.it/professione/professione.htm Il Metodo Diagnostico MC (MC) è fondato sulla valutazione clinica delle variazioni del tono muscolare in determinate condizioni sperimentali. La Semeiotica Biofisica Quantistica (SBQ) permette di chiarire i meccanismi fisio-patologici alla base del MC, contribuendo n modo essenziale ad evidenziarne il valore scientifico. In un piacevole incontro, da tempo programmato, con l’amico Marco Corti, incontro avvenuto il 1 settembre 2012, a Porretta Terme nell’Hotel Santoli, dove da anni passo le mie Ferie (sempre alla camera 305 …..), presente il caro amico Franco Santoli, finalmente sono stato informato del MC dal suo Autore. Marco, avvicinata una confezione di 30 VermiVit – contenente anche aloe e aglio – al mio addome, ha osservato il lui aumento intenso del tono muscolare: non si riusciva affatto ad aprire “l’anello” formato dalla pressione del suo indice contro il pollice (V. il lavoro citato)! Ovviamente, ho corroborato subito dopo quanto diagnosticato da Marco col metodo MC, che pertanto riconobbe il dismicrobismo intestinale accentuato dalla virosi influenzale, presente da due giorni, che non ritenni necessario riferire come dato anamnestico, non conoscendo le intenzioni di Marco! (Dopo aver utilizzato – a pranzo e a cena – il preparato la situazione patologicA INTESTINALE è MIGLIORATA: nella notte assenza di borborigmi e meteorismo). Il fatto interessante per la comprensione SBQ dei meccanismi fisio-patologici alla base del metodo MC è l’osservazione dell’attivazione microcircolatoria di tipo I, associata, a livello di intestino e colon quando il 30 VermiVit si trovava a meno di UN Metro dal mio addome. In poche parole, solo in presenza di una alterazione intestinale, per esempio, dismicrobismo, flogosi, etc., il preparato - se attivo - causa l’aumento del tono muscolare sia nel paziente sia nell’esaminando. Il Tono Muscolare, come quello microvaso-parietale, notoriamente è regolato da due forme di controllo: una a distanza, con sede nel SNC, la seconda, con sede locale, dove il pH recita la parte principale. Considerando quanto avviene nel soggetto positivo al Terreno Oncologico, quando è situato su un Nodo di Curri o di Hartmann (lavoro citato), ho valutato successivamente il modello microcircolatorio, sia di base sia dopo aver collocato il 30 VermiVit vicino al mio addome, nell’Area Cerebrale Motoria della circonvoluzione parietale pertinente. Mentre di BASE la diastole e la sistole arteriolare erano fisiologiche (NN = 6 sec. Diastole e 6 sec. Sistole), quando il 30 VermiVit era collocato vicino al mio addome, “simultaneamente” appariva l’attivazione microcircolatoria sopra segnalata: Diastole arteriolare 11 sec. e ovviamente la sistole scendeva a 1 sec. Ecco la mia interpretazione di questi dati: in presenza di una qualsiasi patologia, se la sede della stessa si trova nel campo di azione delle radiazioni elettro-magnetiche deboli di un preparato EFFICACE dal punto di vista terapeutico, questa Energia Informazione provoca una favorevole reazione biologica del tessuto colpito, che a sua volta causa l’attivazione MICROCIRCOLATORIA, secondo a mia Teoria dell’Angiobiopatia. Questi dinamismi biologico-molecolari del locale istangio, indotti dal farmaco EFFICACE mediante una azione terapeutica di tipo quantistico, a loro volta, modificano ed incrementano profondamente le radiazioni elettro-magnetiche tessutali precedenti, emesse dallo stesso istangio, come accade nei confronti delle energie telluriche, esaminate nell’articolo citato. Ne conseguono modificazioni microcircolatorie a livello cerebrale nelle circonvoluzioni della regione motoria con aumento del tono muscolare.  Ho corroborato quanto sopra – Ipotesi 0 - con la seguente evidenza sperimentale: sofferente al momento di artrosi cervicale-dorsale riacutizzata da aria fredda …, ho collocato una BUSTA di Brufen su varie articolazioni sane, e non ho osservato modificazioni del mio tono muscolare. Collocata la BUSTA di Brufen sopra la regione cervico-dorsale dolente, il tono muscolare “simultaneamente” è diventato intenso! Interessante il fatto PREVISTO: “simultaneamente” ho osservato attivazione microcircolatoria nell’Area Cerebrale Motoria della circonvoluzione parietale pertinente. Identici risultati ho osservato usando DILATREND e RAMIPRIL, posti sopra il mio torace: ho superato nel 2001 un IMA! Dottor Sergio Stagnaro Porretta Terme, Hotel Santoli, 2 settembre 2012-09-02





Torna ai contenuti